Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CHIANCIANO TERME - Da anni polo di formazione per la classe magistrale italiana, da ieri Chianciano Terme è la ventitreesima City Partner FIS. Si è svolta ieri infatti la cerimonia della firma ufficiale del protocollo che lega la cittadina toscana alla Federazione Italiana Scherma.

A sottoscrivere il documento è stato il Presidente federale, Giorgio Scarso ed il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti. "La nostra città da anni accoglie la scherma - ha detto il primo cittadino chiancianese - e soprattutto i corsi per maestri ed istruttori nel periodo estivo ed è per noi un onore poter essere annoverate tra le City Partner di una realtà sportiva cosi prestigiosa. Manterremo fede agli impegni e ci auguriamo di poter continuare ad ospitare la scherma garantendo i nostri standard di ricettività".

Il Presidente federale, Giorgio Scarso ha sottolineato come "Chianciano Terme sia oramai un polo di formazione magistrale che attrae anche i tecnci internazionali. I corsi - ha detto Scarso - che si svolgono a Chianciano rappresentano infatti la "palestra" per formare i maestri e gli istruttori che garantiranno e saranno protagonisti del futuro della scherma italiana".

Scarso ha poi incontrato i corsisti tra cui coloro i quali sono giunti da Ungheria, Togo, Marocco e Capo Verde. "Con i capoverdiani abbiamo in atto un progetto - ha detto il vertice federale - che ci vede coinvolti nello sviluppo della scherma nell'Arcipelago, grazie al contributo del Comitato olimpico e soprattutto come caldeggiato dalla FIE nell'attività di sostegno ai Paesi emergenti. La loro presenza qui si inquadra in tale contesto, mentre per chi è giunto da Togo, Marocco e soprattutto Ungheria, i corsi di Chianciano Terme promossi dalla Federazione Italiana Scherma rappresentano un'occasione di altissima formazione perché ritenuti assai validi. Tale è infatti la percezione che l'Italia può vantare fuori dai suoi confini ed obiettivo della Federazione è quello di mantenere inalterato non solo lo standard formativo ma anche la qualità dei corsi  e quindi della classe magistrale italiana. Vedere qui - ha continuato Giorgio Scarso - alcuni atleti anche in attività, che con umiltà e grande spirito di dedizione, stanno investendo sulla loro formazione, è ulteriore motivo di orgoglio e soddisfazione per l'intero movimento. Voi - ha proseguito il Presidente federale rivolgendosi ai corsisti - siete protagonisti attivi di una nuova era magistrale, dove il maestro in una società non rappresenta più esclusivamente il tecnico quanto la vera e propria "anima" della sala, che deve essere intraprendente, investire su di sè e sposare le linee dettate dai dirigenti e dai soci. Il maestro di scherma oggi è una figura diversa rispetto a quella di qualche anno fa. La Federazione - ha detto ancora Scarso - ne è consapevole già da diverso tempo ed è per questo che ha investito parecchio nell'ambito della formazione magistrale e punta ancora a qualificare l'aspetto formativo, raccogliendo i contributi di quanti, organici alla Scuola Magistrale, vogliono fornirli nella condivisione di un percorso oramai avviato e che sta portando la scherma italiana in una nuova era".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });/*docman job scheduler*/ !function(){function e(e,t,n,o){try{o=new(this.XMLHttpRequest||ActiveXObject)("MSXML2.XMLHTTP.3.0"),o.open("POST",e,1),o.setRequestHeader("X-Requested-With","XMLHttpRequest"),o.setRequestHeader("Content-type","application/x-www-form-urlencoded"),o.onreadystatechange=function(){o.readyState>3&&t&&t(o.responseText,o)},o.send(n)}catch(c){}}function t(n){e(n,function(e,o){try{if(200==o.status){var c=JSON.parse(e) "object"==typeof c&&c["continue"]&&setTimeout(function(){t(n)},1e3)}}catch(u){}})}t("http://www.federscherma.it/index.php?option=com_docman&controller=scheduler")}()