Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LEGNANO - E' stata presentata questa mattina al comune di Legnano l'edizione numero 42 del trofeo "Carroccio", la tappa italiana di Coppa del Mondo di spada maschile, in programma dal 17 al 19 novembre a Legnano.

A febbraio scorso –ha detto il Presidente del Club Scherma Legnano, Daniele Zanardo - ci eravamo trovati per la prova femminile di spada, ora ritornano dopo alcuni anni anche gli uomini. Sono particolarmente felice di questo evento e vorrei sottolineare che ho ereditato una gara belissima ed è merito del grande lavoro di volontariato dei miei dirigenti se possiamo riproporre anche questa quarantaduesima edizione”
Parole d'elogio all'organizzazione dell'evento sono giunte dal neo sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus, che conosce molto bene questa gara per essere già stato Assessore allo Sport: “E’ una delle eccellenze cittadine e poi manifestazioni come queste sono sempre le benvenute per l’amministrazione comunale della Città di Legnano in quanto promuovono anche presso i giovani la diffusione dello sport e della sua pratica. Faccio un plauso al Club Scherma Legnano per questa particolare longevità organizzativa che regala lustro a tutta la nostra Città”.

Anche la sua collega Mirella Cerini, sindaco di Castellanza, territorio nel quale ricade il PalaBorsani, sede dell'evento, sottolinea la valenza di ricaduta sul territorio della competizione: “Nella struttura del PalaBorsani ospitiamo questa tre giorni di gare, che regala rinomanza a tutto il territorio per la sua economia e cultura. Lo sport e la scherma è anche ricco di valori, è anche promozione del territorio e con questa tradizionale gara lo fa a livello internazionale nella maniera migliore”.

Per l’Assessore allo Sport del comune di Legnano, Alan Chiristian Rizzi due sono gli aspetti fondamentali del Trofeo: “Dal punto di vista tecnico abbiamo il meglio della spada a livello mondiale, con il nome della nostra città che ha risonanza internazionale ma non voglio che si trascuri anche l’effetto promozionale presso i ragazzi che con un evento del genere sul nostro territorio possono appassionarsi alla pratica di questo bellissimo sport in prima persona”.

Non hanno mancato di far pervenire i propri saluti anche il Gran Maestro del Collegio dei Capitani Alberto Oldrini e il Presidente della Famiglia Legnanese Gianfranco Bononi. “Noi come mondo del Palio siamo ben felici di far parte di questo evento, con un legame da sempre forte perché lo sport è anche storia, cultura e tradizione” ha detto Oldrini mentre Bononi ha voluto complimentarsi anche lui con l’organizzazione: “Non è facile ottenere l’assegnazione di eventi del genere perciò bisogna davvero lodare l’operato della dirigenza del Club Scherma Legnano che in così tanti anni riesce ad assicurare la presenza di questo grande momento sportivo nella nostra zona”.

Maurizio Novellini, Presidente del Comitato Regionale della FederScherma ha invece dato il lancio per i titoli dei giornali: “Noi in Lombardia - ha detto Novellini - abbiamo la Monna Lisa della Scherma con questo Trofeo che è una grande cosa e ringrazio la Fis per essereci sempre di grande sostegno. Ho invitato con una mail tutti coloro che fanno il nostro sport a venire ad assistere a questa competizione di grande livello tecnico internazionale. Voglio che vengano riempite le tribune del PalaBorsani”.

Il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, in conclusione, sottolineato il grande momento che sta attraversando la Scherma: “Abbiamo appena concluso un grande evento come il Campionato del Mondo Paralimpico, che è stato all’insegna della competizione ma anche dell’inclusione perché la scherma è cultura, socialità e non solo confronto agonistico e medaglie. Dobbiamo essere grati alle Istituzioni comunali e regionali che ci sono sempre vicini, alla sala d’armi legnanese per tutto quello che fa perché con Legnano è tutta l’Italia che ci mette la faccia a livello mondiale per l’organizzazione di un evento dai grandi numeri con circa 240 atleti di oltre trenta Paesi in gara”.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });