Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MILANO – Sono stati presentato alla BIT di Milano ii Campionati del Mondo Cadetti e Giovani di scherma Verona 2018 che si terranno nella città scaligera dall'1 al 10 aprile. L'evento più lungo, più numeroso e complesso del calendario internazionale: una vera sfida per il comitato orgnizzatore.
“Il Mondiale Cadetti e Giovani è l'evento più importante del panorama internazionale sotto il profilo qualitativo, perché rappresenta il top della scherma mondiale under 17-under20, e quantitativo perché la presenza di 1500 atleti accende il faro sull'organizzazione” ha spiegato Alessandro Cecchinato, vicepresidente comitato organizzatore.
Si tratta infatti di un evento dai grandi numeri anche sui piani della logistica. A ospitare le gare sarà il Cattolica Center. “Un impianto non fieristico di 25000 metri quadrati che accoglierà 42 pedane e tutta la struttura che il nostro protocollo prevede per una manifestazione di questo tipo, una location unica per una gara di scherma” ha aggiunto Cecchinato.

Alla presentazione è intervenuto anche Alfredo Rota, campione olimpico di spada maschile a squadre Sydney 2000 e maestro del Bottagisio Sport Center, la società chiamata a organizzare l'evento: “Lo sport si abbina alla cultura, ho avuto la fortuna di stare in nazionale 22 anni e sarei uno stupido se pensassi di aver collezionato solo medaglie o vittorie – ha detto Rota – tutti questi viaggi mi sono serviti per crescere come uomo, conoscendo culture diverse ed è questa la cosa più importante dello sport. Verona può dare questa cultura a chi verrà nel nostro Paese e questa è una responsabilità molto grossa”.

Tra i testimoniale dell'evento ci sarà Valerio Aspromonte: “È stata una sorpresa che scegliessero me e Rossella Fiamingo, due atleti ancora in attività – ha raccontato - mi fa piacere, tanti ragazzi mi cercano e mi chiedono consigli, l'atleta più esperto può dare consigli e stimoli ai più giovani, a me è successo con Valentina Vezzali, Salvatore Sanzo, Giovanna Trillini. Quella italiana è una grande tradizione ed è merito di una federazione che ha saputo investire sulla formazione di giovani maestri in modo da renderli i nuovi Tomassini, Triccoli, Di Ciolo, cosa che gli altri Paesi non fanno perché comprano i maestri all'estero. I nostri maestri”.

Per il presidente della Fis Giorgio Scarso, “le parole di Aspromonte e Rota dimostrano che la nostra scherma non produce solo grandi atleti ma anche persone in grado di sviluppare analisi profonde. A Verona saranno presenti i Paesi che hanno fatto la storia della scherma ma anche altri Paesi che hanno fatto investimenti importanti in questo sport. Mi sono già pervenute domande sull'avanzamento dei lavori e sono convinto che il comitato organizzatore sarà in grado di assolvere i compiti per cui si è impegnato. Al centro dell'attenzione devono esserci i ragazzi, tutto ciò che si potrà fare per loro si farà”.

Lo stesso Scarso ha spiegato come durante l'evento sarà presente uno stand riservato ai gruppi sportivi militari: “È significativo che lo si faccia in questo evento, perché è sui giovani che puntano i Gruppi Sportivi se lo avessimo fatto a un Mondiale Assoluto non avrebbe avuto la stessa valenza”. E a proposito di giovani, la Federazione Italiana Scherma ha deciso di prestare una particolare attenzione anche all'aspetto scolastico, con un piano di incentivazione allo studio che premierà gli atleti particolarmente meritevoli sui banchi, con il coinvolgimento della Scuola dello Sport e delle Università: “Non vogliamo che questi giovani rimangano in mezzo a una strada quando avranno finito la carriera sportiva, vogliamo che continuino a studiare e una volta ritiratisi possano inserirsi nel mondo del lavoro” ha concluso Scarso.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });