Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

BUENOS AIRES - Sono cinque gli atleti under17 italiani che, alla luce dei risultati maturati sulle pedane di Verona2018, hanno acquisito il diritto di partecipare agli Youth Games Buenos Aires2018.

Davide Di Veroli, Sara Maria Kowalczyk, Martina Favaretto, Filippo Macchi e Benedetta Taricco sono infatti i cinque atleti italiani rientrati nelle quote continentali previste dai criteri di qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili, al termine delle gare individuali della categoria Cadetti.

Sulle pedane argentine, nelle gare di scherma, saranno protagonisti 36 atleti per ogni specialità.  
I criteri di qualificazioni prevedono la conquista del pass, al termine di ogni gara Cadetti, per i primi 4 atleti di Paesi europei, i primi tre di Nazioni asiatiche o dell'Oceania, i primi due di Paesi del continente americano ed il miglior atleta dell'Africa, con un massimo di un atleta per ciascuna Nazione, in ogni singola specialità. 
A completare il quadro dei qualificati, oltre ai 6 atleti argentini in quanto Paese ospitante, ci saranno anche altre sei caselle che saranno colmate con i migliori due atleti di Paesi dell'Oceania, ed il migliore per ciascuno degli altri quattro Continenti, da scegliere tra quei Paesi che non hanno ammesso già atleti con il primo step di qualificazione.

I Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires2018 riguardano gli atleti nati dal 1 gennaio 2001 al 31 dicembre 2003 e si svolgeranno nella capitale argentina dal 6 al 18 ottobre. La Federazione Italiana Scherma ha già invitato la FIE affinché richieda al CIO la permanenza minima degli atleti impegnati in gara, alla luce del periodo di svolgimento della competizione che coincide con la prima parte dell'anno scolastico.

La scherma italiana, tra l'altro, a Buenos Aires vedrà la presenza anche di Marco Fichera che sarà Young Ambassador, dato che è l'unico azzurro medagliato a Rio2016 che già partecipò e vinse alla prima edizione dei Giochi Olimpici Giovanili a Singapore2010.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });