Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ROMA - Atleti olimpionici, iridati, plurimedagliati ancora in attività, tornano tra i banchi di scuola! E' iniziato ieri alla Scuola dello Sport CONI dell'Acqua Acetosa di Roma, il corso per tecnici promosso dalla Federazione Italiana Scherma di concerto con l'Associazione Italiana Maestri di Scherma, destinato agli atleti d'alto livello.

Sono in tredici ad aver scelto di affiancare, alla propria attività in pedana che li vede ancora protagonisti assoluti dello scenario internazionale, anche la formazione magistrale, seguendo lezioni che li porteranno a poter accedere agli esami magistrali e, quindi, ad avviare una carriera da istruttore nazionale o maestro, al termine di quella di atleta.

A seguire le lezioni saranno Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Andrea Cassarà, Arianna Errigo, Luigi Samele, Paolo Pizzo, Enrico Berrè, Enrico Garozzo, Rossella Gregorio, Martina Criscio, Luca Curatoli, Loreta Gulotta e Irene Vecchi.

Le lezioni saranno tenute dai tre Commissari tecnici, Andrea Cipressa, Sandro Cuomo e Giovanni Sirovich, dai maestri Eugenio Migliore, Cosimo Melanotte e Dario Chiadò, l'arbitro Beatrice Di Quinzio affronterà le tematiche relative al regolamento arbitrale, mentre i docenti della Scuola dello Sport CONI, Claudio Mantovani, Guido Brunetti e Franca Fabietti saranno protagonisti dei corsi di metodologia dell'insegnamento, metodologia dell'allenamento e degli aspetti fiscali.

"Ritengo questo corso un momento importante nella storia della scherma italiana - ha detto il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, inaugurando il corso assieme al vertice dell'Associazione Italiana Mestri di scherma, Saverio Crisci -. Quella del post-carriera è una tematica che sta a cuore agli atleti e la loro voglia di seguire queste lezioni e di scommettere sulla propria formazione, lo attesta chiaramente. Inoltre, vedere atleti plurititolati, olimpionici ed iridati, scegliere di rimanere nel mondo della scherma, ribadisce e rinverdisce quello che è il segreto del successo della scherma azzurra: il cerchio virtuoso che vede grandi atleti trasformarsi in tecnici e seguire sin dai primi passi in pedana quegli atleti che domani diventeranno protagonisti a livello internazionale".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });