Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LEGNANO - La scherma sarà ancora una volta protagonista a Legnano, nel prossimo fine settimana, quando è in programma la Prima Prova Nazionale Cadetti di spada maschile e femminile.

Il Club Scherma Legnano, in collaborazione con la Federazione Italiana Scherma ed il Comune di Legnano, anch alla luce della sigla del "City Partner FIS", ospiteranno sulle pedane legnanesi un numero sempre più in crescita di spadisti e spadiste under 17 che si sfideranno all’ultima stoccata, al fine di guadagnare punti validi per la qualificazion ai Campionati Italiani di categoria in programma a maggio a Lecce.

L'evento è stato presentato questo venerdi nella suggestiva cornice di Palazzo Leone da Perego alla presenza di Giorgio Scarso, Presidente della Federazione Italiana Scherma, Gianbattista Fratus, Sindaco della Città di Legnano, di Franco Colombo, Assessore allo Sport Città di Legnano, di Mirella Cerini, Sindaco della Città di Castellanza, di Alberto Bernacchi, Consigliere Comitato Regionale Lombardo F.I.S., di Daniele Zanardo, Presidente del Club Scherma Legnano e di Giuseppe Zalum, Vice Presidente del sodalizio legnanese.

Sono state espresse note di merito ed elogio nei confronti del Comitato Organizzatore legnanese ricordando come sia importante valorizzare iniziative che possano coinvolgere soprattutto i giovani in un contesto sportivo dove poter crescere per diventare responsabili in vista del futuro che li attenderà.

“La Scherma è uno sport ‘muto’ di cui l’opinione pubblica si accorge quando vince mondiali ed Olimpiadi. Grazie al Club Scherma Legnano, la nostra Città avrà l’opportunità di vedere dal vivo un movimento straordinario e questa gara che coinvolge i giovani ci interessa molto perché noi come Comune ci siamo e ci saremo sempre per eventi del genere” ha dichiarato l’Assessore allo Sport Franco Colombo.

Anche Alberto Bernacchi, giovane Consigliere Regionale del Comitato Regionale Lombardo F.I.S. ha espresso soddisfazione per l’organizzazione della gara da parte del C.S.L.: “E’ un momento agonistico importante per tutta la città legnanese ma anche per la Regione Lombardia, con un numero considerevole di atleti". 

Il Sindaco della Città di Castellanza Mirella Cerini ha invece ringraziato “il Club Scherma Legnano per questa opportunità per il nostro territorio; la prova nazionale Cadetti è un evento che ci valorizza".

Il Presidente del Club Scherma Legnano Daniele Zanardo ha ringraziato la sua dirigenza oltre che gli sponsor e le istituzioni: “Grazie a chi ci sostiene come BPM, Primo Colombo, Poli Hotel, Roveda Assicurazioni e Setera, nonché alla presenza dell’Università LIUC di Castellanza. Un grazie anche alla mia dirigenza, e a Marco Manzotti, in particolare per il gran lavoro svolto”.

Il Sindaco Fratus ammettendo di non essere un praticante sportivo sottolinea però come lo sport è di grande funzione sociale soprattutto quando si parla di giovani. E’ importante la Partnership tra Legnano e Castellanza, mettendo a disposizione sport e strutture ed è da rimarcare l’importanza degli Sponsor, non solo per l’aiuto economico ma anche per la loro vicinanza morale”.

Il Presidente federale Giorgio Scarso si è compiaciuto per la presenza della II classe liceo classico del Liceo “Galileo Galilei” di Legnano: “Questa è la gara che rappresenta il futuro della scherma italiana e vi invito a seguirla e sarebbe bello poter “premiare” il miglior elaborato che esprimerà al meglio i valori della Scherma. Non posso che ringraziare i Sindaci, perché la presenza di ben due primi cittadini è un fatto importante per il nostro sport, così come degli sponsor che operano per investire sui giovani. Questa gara per noi è importante perché consente di vedere all’opera il ricambio generazionale in vista delle Olimpiadi del 2024; perciò come Legnanesi dovete esserne orgogliosi anche per l’impatto dell’indotto economico sul territorio. Anche se quest’anno visto la globalizzazione del nostro movimento, non ci sarà il “Trofeo Carroccio”, gara di prestigio internazionale che potrà tornare in futuro teniamoci “stretti” questo appuntamento nazionale perché gli azzurri nel nostro sport vincono a tutti i livelli.Tornando alla gara si stima un boom di iscrizioni per l’edizione legnanese; saranno infatti circa 800 le presenze tra spadisti e spadiste, provenienti da tutta Italia".

Fonte: Michela Manzotti

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });