Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

FOGGIA - In occasione del suo arrivo a Foggia per la conferenza di presentazione dalla gara nazionale Cadetti in programma presso il Quartiere Fieristico il 4 ed il 5 novembre, il Presidente FIS Giorgio Scarso ne ha approfittato per incontrare il Comitato Organizzatore costituito in vista dei Campionati Europei Cadetti 2019 e fare il punto della situazione. «La Federazione ha il dovere, prima ancora che il diritto, di assecondare ed accompagnare il Comitato Organizzatore nel lavoro di programmazione di un evento così importante. Sappiamo per esperienza che la fase di avvio è sempre laboriosa perché vanno individuati ruoli, competenze ed attribuzioni. Nel caso di Foggia possiamo avvalerci della collaborazione di Regione, Comune, Camera di Commercio ed Ente Fiera: un ottimo punto di partenza verso la realizzazione di un obiettivo che, peraltro, richiede entro un mese e mezzo la piena disponibilità dell’impianto. Abbiamo la necessità di lavorare su dati certi ed è per questo motivo che, in occasione della ormai imminente gara Nazionali Cadetti di sciabola e fioretto, sarà a Foggia il Presidente della Commissione Impianti FIS, architetto Franco Barbagallo, per un primo sopralluogo delle strutture e per indicare tempi, costi ed esigenze, per segnalare eventuali modifiche o integrazioni e per esaminare tutte le criticità. Una volta presentato il piano degli interventi si andrà ad individuare dal punto di vista istituzionale il rapporto fra il Comitato Organizzatore e l’Ente Fiera. Sarà fondamentale, inoltre, definire dettagliatamente un piano dei trasporti ed un piano della ricettività alberghiera perché stiamo parlando di un evento che vedrà la partecipazione di oltre 1300 atleti, ai quali andranno aggiunti tecnici ed accompagnatori, in rappresentanza di 45 delegazioni».

Un altro elemento importante di discussione è stato, spiega il Presidente Giorgio Scarso, il coinvolgimento della Regione Puglia tramite l’agenzia Puglia Promozione: «È fuor di dubbio – spiega – che un evento di questo tipo rappresenta un formidabile strumento di promozione non solo in ambito sportivo ma per tutto il territorio, per la sua immagine, le sue eccellenze, i suoi prodotti tipici. Bisogna quindi saper cogliere l’occasione rappresentata dai Campionati Europei Cadetti per trasformarli in un punto di riferimento della Puglia che produce e per promuovere tutto il territorio nella sua interezza. In questo senso auspico che in occasione di eventi di questa portata possa esserci un tangibile sostegno in termini economici da parte delle Regioni e dei Comuni: siamo consapevoli che le istituzioni sono chiamate a compiere attente valutazioni ma sappiamo anche che eventi di tale portata sono realizzabili solo con il contributo da parte degli enti locali, sempre nell’ottica della promozione del territorio».

In ogni caso il Presidente Scarso ha trovato piena disponibilità da parte di tutti gli interlocutori: «Il Presidente del COL Renato Martino ha sottolineato la necessità di avviare i motori della macchina organizzativa: i tempi stringono e c’è molto da fare. Anche il sindaco di Foggia Franco Landella mi è parso pienamente calato nella realtà organizzativa dell’evento e vedo che c’è da parte di tutti la presa di coscienza che è giunto il momento di dare un’accelerazione. Per natura sono ottimista ed in questa circostanza posso dirmi abbastanza fiducioso, ma la scherma è uno sport che ci insegna che non bisogna mai abbassare la guardia».

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });