Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ROMA - "In bocca al lupo per l'inizio della nuova stagione a voi che siete il futuro prossimo della scherma italiana". Così il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ha salutato ieri gli Azzurrini di spada e sciabola, incontrati nel corso del ritiro che si sta svolgendo nella struttura del Centro Sportivo dell'Aeronautica Militare a Vigna di Valle.

 

Il vertice della Federazione Italiana Scherma ha incontrato i Commissari tecnici, Sandro Cuomo e Giovanni Sirovich, gli staff tecnici, i preparatori atletici, i medici ed i fisioterapisti, oltre agli atleti, in una visita volta a sottolineare la vicinanza concreta e reale dell'intero movimento schermistico al settore giovanile che, oltre a rappresentare il "vivaio", è stato anche foriero di risultati importanti e successi internazionali nella stagione 2018/2019.

 

"Il mondo della scherma italiana guarda a voi con fiducia, interesse ed ammirazione - ha detto Giorgio Scarso rivolgendosi agli atleti -. La fiducia è dettata dalla consapevolezza del vostro valore che dunque si tramuta in speranza in chiave futura, l'interesse è determinato dai risultati che avete già conseguito e che hanno inorgoglito la scherma azzurra. L'ammirazione è invece tutta per voi chamati ad affrontare la sfida dell'accoppiata studio&sport. Questo è l'assalto più difficile ma è anche quello più importante per la vostra vita, sia dentro che fuori dalla pedana. Come Federazione abbiamo messo in atto diverse iniziative volte a stimolarvi ed agevolare la possibilità di abbinare e far procedere di pari passo la carriera sportiva a quella studentesca". 

Il Presidente che ha rivolto anche un saluto agli Azzurrini di fioretto impegnati nel ritiro in Friuli Venezia Giulia, ha concluso l'incontro puntando sull'orgoglio di essere "azzurri". "Vi chiedo di fare leva - ha concluso Scarso - su quel senso di appartenenza alla grande famiglia della scherma italiana, che ha permesso alla FederScherma di compiere nei suoi 110 anni di vita, passi importanti e conseguire risultati prestigiosi. Tra voi ci sono i componenti delle squadre Nazionali dei Mondiali Cadetti e Giovani ma anche di quelle Assolute dei prossimi anni: lavorate e preparatevi a rappresentare al meglio l'Italia e la scherma azzurra nel Mondo".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });