Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ROMA - Il Presidente federale, Giorgio Scarso, ha inviato una lettera circolare ai Presidenti di tutte le società schermistiche affiliate alla FederScherma, al fine di portare a conoscenza i sussidi ed le agevolazioni per il mondo dello Sport, previste dal Decreto Legge numero 18 del 17 marzo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale n.70, e che sono state determinare al fine di contenere il disagio che si sta vivendo a causa dell’epidemia che sta colpendo l'Italia.

 

"Abbiamo ritenuto opportuno - scrive il vertice federale - avvalerci della collaborazione del dottor Maurizio Annitto, componente del  Collegio dei Revisori dei Conti della FIS nonché referente dello sportello fiscale della Federazione, al fine di chiarire i punti essenziali del provvedimento e, specificatamente, gli articoli 95 e 96 che riguardano il nostro settore".

 

"Nello specifico - si legge nella circolare - l’articolo 95 riguarda, tra le altre, anche le società ed associazioni sportive dilettantistiche (con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Italia) che hanno in “affidamento impianti sportivi pubblici dello Stato e degli  enti territoriali”. Per tali soggetti “sono sospesi, dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 maggio 2020, i termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessori”. Il comma 2 dell’articolo 95  chiude poi specificando che “i versamenti dei predetti canoni sono effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020, o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020”. Si tratta - continua la nota del Presidente federale - di un breve rimando, in attesa di eventuali ulteriori norme".

 

"Nulla al momento - specifica Scarso - viene previsto per gli affiliati che hanno in locazione immobili da privati e se dovesse permanere tale visione, il Consiglio federale prenderà in esame la possibilità per la Federazione di farsi carico degli interessi passivi relativi a finanziamenti bancari, cui eventualmente le Associazioni sarebbero costrette a ricorrere per far fronte ad impegni contrattuali, anche rinegoziando ed estendendo l’attuale convenzione con l’Istituto per il Credito Sportivo".

 

La circolare inviata dal Presidente federale a tutte la società schermistiche, prosegue con l'analisi dell'articolo 96 che "tocca - si legge - invece una materia che interessa i Tecnici, e si intitola “Indennità collaboratori sportivi”. Per questi soggetti viene prevista una indennità (una tantum di € 600) per i Tecnici che non risultano pensionati o che abbiano altre forme previdenziali. 

E’ condizione essenziale per la richiesta  del bonus di € 600 riferita al mese di marzo che la collaborazione sia “già in essere alla data del 23 febbraio 2020”. Il decreto precisa poi che tale indennità non concorre alla formazione del reddito. 

La domanda per la richiesta del bonus, dovrà essere presentata dagli interessati alla Società Sport e Salute spa, "unitamente all’autocertificazione della preesistenza del rapporto di collaborazione e della mancata percezione di altro reddito da lavoro”". 

 

"In tal senso - continua ancora la circolare - nei prossimi giorni il Ministero dell'Economia e delle Finanze pubblicherà le modalità di presentazione della domanda e sarà cura della Federazione informare con un comunicato sul sito

Sport e Salute spa, ricevute le domande, e verificato che l’affiliato ove opera il tecnico richiedente il bonus risulti iscritto al Registro del Coni, “le istruisce secondo l’ordine cronologico di presentazione”.

Giova altresì ricordare che l’art. 61 estende il termine del 30 aprile 2020 per la  “sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria” anche alle Associazione Sportive Dilettantistiche".

 

In conclusione, il Presidente federale, rivolge un ringraziamento ai dirigenti delle società "per l’impegno che ponete nella gestione dei vostri.Club e Vi informo che sarete aggiornati su ulteriori novità e ciò per testimoniare l’attenzione che il Consiglio federale riserva alla base, ed accrescere il forte senso di appartenenza che ci deve animare in questo particolare momento".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });