Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

FORMIA - Un maxi girone all'italiana, un "tutti contro tutti" per ricordarsi com'era e riassaporare ciò che sarà.

E' quanto vissuto questo fine settimana al Centro di Preparazione Olimpica "Bruno Zauli" di Formia dove, a conclusione del ritiro collegiale della Nazionale azzurra Assoluti di spada ed ad inizio dell'allenamento della Nazionale giovanile, è stata prevista una due giorni con assalti in pedana e sfide incrociate in un maxi girone.

 

L'agonismo è ancora lontano, ma dopo mesi di allenamento tra sale scherma e Centri di preparazione olimpica, la possibilità di avere un buon numero di avversari da affrontare, è stato un vero e proprio "toccasana" per spadisti e spadiste azzurre.

 

"L'obiettivo - spiega il Commissario tecnico, Sandro Cuomo - è stato quello di far riassaporare il sapore della sfida e della contesa, coinvolgendo non solo gli atleti della Nazionale, ma anche alcuni degli spadisti e delle spadiste di interesse nazionale. Tenere "caldi" gli stimoli o, in alcuni casi, ritrovarli, è quanto di più importante ci sia in questa fase di incertezza rispetto alla ripresa delle attività agonistiche. Ciò riguarda in particolar modo i giovani, i quali stanno cogliendo anche l'occasione della "didattica a distanza", sia a livello universitario che scolastico, per poter gestire al meglio il loro tempo, tra studio e scherma. C'è stato anche chi, tra un allenamento e l'altro, ha affrontato esami universitari, superati peraltro brillantemente. Inoltre - aggiunge Cuomo - posso dire che ognuno dei protagonisti di questo fine settimana, ha portato con sè un bagaglio carico di passione e di voglia di tornare ad una normalità, fatta di assalti, sfide e contese, che è oramai lontana circa 8 mesi. Ho molto apprezzato l'attenzione con cui ognuno ha seguito i rigidi protocolli: dall'esame ed all'isolamento successivo in attesa dell'esito, sino all'utilizzo costante dei dispositivi di protezione individuale così come il distanziamento e tutti i dettagli che fanno parte di questa "nuova normalità" e che tutti accettiamo consapevoli che rappresentano l'unica via per uscire presto da questo tunnel".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });