Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ROMA - Si chiama "Breath & Restart" ed è il nuovo progetto federale che ha come intento quello di seguire gli atleti, monitorandone l'andamento immunologico e l'eventuale presenza di esiti organici, come conseguenza dell'infezione da Covid-19.

 

Si tratta di un progetto promosso dal Consiglio federale e redatto dal medico federale, Antonio Fiore con l'ausilio delle psicologhe Francesca Ciasullo e Daniela Olivieri, che sarà avviato attraverso una prima indagine conoscitiva, effettuata mediante un questionario anonimo, grazie al quale si potranno raccogliere informazioni sull'impatto della pandemia e delle conseguenti limitazioni nel mondo della scherma dell'attività agonistica.

 

La raccolta di questi dati sarà quindi inserita nel progetto di ricerca scientifica condotto da un team di ricerca multidisciplinare che coinvolto oltre allo staff medico federale anche l’IFO di Roma (Istituti Fisioterapici Ospitalieri - Istituto Tumori Regina Elena e Istituto Dermatologico San Gallicano), il Centro di Ricerca Clinica dell’Università di Milano ed il Centro di Biostatistica dell’Università di Trento.

 

Proprio l'IFO di Roma, nelle scorse settimane, aveva caldeggiato e chiesto al Consiglio federale il coinvolgimento dello staff medico federale nell'avvio di uno studio di ricerca clinica che vedesse protagonisti gli atleti della Federazione Italiana Scherma.

 

Il progetto che, essendo orientato alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo, nelle intenzioni della FIS avrà anche un respiro internazionale, sarà curato proprio dallo staff medico federale e si baserà su uno studio epidemiologico e clinico finalizzato da un lato a individuare e definire dei protocolli preventivi e “protettivi” per gli sportivi, dall’altro a monitorare in follow up sia l’andamento immunologico che l’eventuale presenza di esiti organici negli sportivi, come conseguenza dell’infezione da Covid19.

  

Inoltre, l’obiettivo della ricerca sarà anche quello di dimostrare con evidenze scientifiche che il mondo dello sport e della scherma in particolare, in virtù della propria intrinseca capacità di rispettare rigorosamente regole, norme e protocolli preventivi, può rappresentare un esempio virtuoso per tutta la popolazione, soprattutto in questa fase delicata della pandemia.

 


Il questionario sarà anonimo e andrà a indagare diverse sfere di interesse, nel pieno rispetto delle normative sulla privacy, tra cui:

l'organizzazione dell'allenamento quotidiano;

l'utilizzo di una corretta alimentazione;

il tono dell'umore;

la percezione del proprio stato di forma;

la motivazione;

l'adattamento alle norme e ai protocolli igienico-preventivi in atto;

 

I dati raccolti saranno analizzati nel minor tempo possibile, al fine di cogliere alcuni elementi significativi relativi al benessere psicofisico degli atleti.

 

In una fase successiva, saranno proposti dei webinar, che, con video-conferenze dedicate alle varie Regioni, possano restituire quanto emerso dallo studio e mettere a disposizione delle società schermistiche delle utili linee guida.

 

Inoltre, quando sarà possibile sviluppare anche interventi in presenza, saranno previste delle conferenze specifiche dedicate a maestri, tecnici, genitori e atleti.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });