Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

ROMA – Il Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa, a Roma, ha accolto il nuovo corso della Nazionale Assoluta di fioretto maschile e femminile sotto la guida del CT Stefano Cerioni. Dal 17 ottobre, e fino a domani (venerdì 22), 12 fiorettisti e altrettante fiorettiste si stanno allenando agli ordini del neo commissario tecnico azzurro, tornato nel ruolo di responsabile d’arma dopo nove anni dai successi dei Giochi di Londra 2012.

 

Dobbiamo ripartire da dove eravamo rimasti, perché furono risultati eccezionali. Cercheremo di arrivarci di nuovo. Non sarà facile ma ci metteremo tutto e di più, con lo staff e gli atleti, per raggiungere quei traguardi”, le parole di Cerioni.

 

Bisogna affrontare queste nuove sfide con umiltà ma non avendo paura di nessuno, perché abbiamo degli ottimi elementi, sia al maschile che al femminile. Affronteremo tutti con determinazione e concentrazione. Dobbiamo uscire dalla pedana dopo ogni assalto, vinto o perso che sia, consapevoli d’aver dato tutto. È questa la mentalità che voglio: dare il massimo e anche di più, non mollare mai”, ha aggiunto il CT.

 

E il primo approccio, secondo il responsabile d’arma del fioretto, è stato soddisfacente: “Vedo tanta voglia e volontà di fare bene in questo primo gruppo di atleti che ho convocato. Nel parlare con loro ho fatto capire che tutti avranno la possibilità di giocarsi le proprie carte. Tutti, se s’impegneranno, potranno conquistare un posto in squadra, in questo anno che ci separa dalla qualificazione olimpica. C’è tempo per crescere, perché a causa della pandemia molti atleti non hanno avuto l’opportunità di dimostrare il loro potenziale. Mi aspetto buone cose, sono contento di come abbiamo cominciato e sicuramente continueremo così. La condizione essenziale è lavorare forte e cercare di mettersi a disposizione in qualsiasi momento”.

 

Il gruppo femminile, in ritiro, è composto da Martina Batini, Elisabetta Bianchin, Erica Cipressa, Anna Cristino, Martina Favaretto, Camilla Mancini, Beatrice Monaco, Francesca Palumbo, Serena Rossini, Martina Sinigalia, Elena Tangherlini e Alice Volpi.

 

Per il fioretto maschile, invece, hanno risposto alla convocazione Giorgio Avola, Guillaume Bianchi, Andrea Cassarà, Alessio Di Tommaso, Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Francesco Ingargiola, Edoardo Luperi, Filippo Macchi, Tommaso Marini, Lorenzo Nista e Damiano Rosatelli.

 

Con il CT Stefano Cerioni lavora lo staff tecnico composto dai maestri Fabio Galli, Eugenio Migliore, Filippo Romagnoli e Giovanna Trillini, insieme a loro i preparatori fisici Annalisa Coltorti e Felice Romano.

 

A supporto delle Nazionali di fioretto nel ritiro di Roma ci sono anche i medici Pierluigi Martinelli e Valeria D’Errico, i fisioterapisti Massimo Donati e Stefano Vandini e il tecnico delle armi Trevor Groppi.

 

Per i fiorettisti azzurri i primi impegni di Coppa del Mondo sono fissati dal 10 al 12 dicembre, per le donne a S. Maur e per gli uomini a Dubai.

 

(foto Augusto Bizzi)

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });