Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

MILANO – È stato un grande successo il primo Torneo di scherma per non vedenti “Città di Milano”. L’iniziativa, svoltasi sulle pedane dell’Accademia Scherma Milano e organizzata in tandem dal sodalizio meneghino presieduto da Lorenzo Radice e dalla Scherma Modica che con il maestro Giancarlo Puglisi porta avanti un impegno pionieristico per la specialità, ha concluso il progetto “Erasmus + Sport 2020” in un weekend dipanatosi in diversi importanti momenti finalizzati alla crescita del movimento della scherma per non vedenti.

 

Le delegazioni di Italia, Francia e Spagna sono state impegnate il sabato in uno stage di formazione tra aspetti teorici e allenamento. Nel pomeriggio la gradita visita del campione del mondo di sci nautico per non vedenti, Daniele Cassioli, che ha avviato alla scherma per non vedenti alcuni ragazzi della sua associazione.

Un momento di riflessione è stato dedicato anche all’aspetto regolamentare, con l’obiettivo d’avere una sempre più corretta e uniforme interpretazione da parte degli arbitri che dirigono la scherma per non vedenti.

 

Domenica è stata poi la giornata delle competizioni.

La gara maschile, con 18 partecipanti, è stata vinta da Filippo Innocenti del Circolo Scherma Appio, che ha superato in finale Roberto Realdini del Circolo Scherma Navacchio, terzo gradino del podio per Alessandro Buratti della Pro Patria Busto Arsizio e per il francese Raphael Brendle.

Nella “top 8” anche Pietro Palumbo dell’Accademia Scherma Milano (sesto) e Giulio Pieraccini del Circolo Scherma Attraverso (ottavo). A seguire, tra gli altri italiani in pedana, Lorenzo Ballini (Circolo Scherma Attraverso), Alessandro Ceccarelli (Circolo Scherma Attraverso), Vito Rafaschieri (Club Scherma Bari), Massimo Miranda Mercurio (Club Schermistico Partenopeo), Antonio Carnazza (Scherma Modica), Tommaso Ferraro (Scherma Modica), Valerio Zagli (Circolo Scherma Attraverso) e Roberto Remoli (Circolo Scherma Appio).

 

Nella prova femminile, invece, a cui hanno preso parte 16 atlete, successo di Franca Crispo dell’Accademia Scherma Milano davanti alla francese Amelie Toussaint, terza piazza per Ilaria Guendalina Granata del Circolo Scherma Attraverso e Simonetta Pizzuti del Circolo Scherma Navacchio.

Ai piedi del podio Laura Tosetto della Pro Patria Busto Arsizio (quinta), Silvia Tombolini del Circolo Scherma Appio (sesta) e Claudia Beschi della Scherma Brescia. A seguire, tra le altre italiane in gara, Veronica Tartaglia (Circolo Scherma Appio), Ilaria Vermi (Accademia Scherma Milano), Samantha De Rosa (Fiore dei Liberi Cividale Udine), Federica Vermi (Accademia Scherma Milano) e Laura Lazzari (Accademia Scherma Milano).

 

Un progetto in crescendo, condivisione e cooperazione tra i vari Paesi stanno consentendo a tutto il sistema di progredire e avere uno sviluppo davvero notevole - il commento di Lorenzo Radice, presidente dell’Accademia Scherma Milano -. Archiviamo con l’evento di Milano un weekend importante, che ha anche vissuto, in occasione della Coppa del Mondo Paralimpica di Pisa, un’apprezzata presentazione della scherma per non vedenti, coordinata dal maestro Giancarlo Puglisi e dall’arbitro Alessia Tognolli, con il consigliere federale delegato al settore paralimpico Alberto Ancarani, davanti ai delegati Iwas. Non è un punto d’arrivo ma di partenza, perché il movimento della scherma per non vedenti ha ancora molto da fare, allargando il parco delle Nazioni partecipanti

.  

In rappresentanza della Federazione Italiana Scherma, a Milano, presenti la consigliera federale Joelle Piccinino e il presidente del Comitato regionale FIS Lombardia, Maurizio Novellini. Tra le altre autorità, sono intervenuti Marco Riva, presidente del CONI Lombardia, Pierangelo Santelli, numero uno del CIP Lombardia, Francesco Busati, presidente del Gruppo Sportivo non vedenti Milano, Maria Monisteri Caschetto, che presiede la Conad Scherma Modica, e il consigliere comunale di Milano, Alessandro Giungi, presidente della Commissione Olimpiadi e Paralimpiadi 2026. 

 

E non è mancata neppure la “sorpresa finale” con il saluto degli spadisti olimpici Andrea Santarelli e Marco Fichera, medaglie d’argento a squadre ai Giochi di Rio 2016, alla delegazione francese impegnata in questo evento che consolida sempre di più la scherma come sport d’integrazione per eccellenza.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });