Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CAGLIARI – Il messaggio di saluto della Sottosegretaria di Stato con delega allo Sport, Valentina Vezzali, ha aperto questa mattina a Cagliari il convegno del “Progetto Nastro Rosa”, organizzato presso Palazzo Viceregio nell’ambito della giornata inaugurale dei Campionati Italiani Under 23 individuali e a squadre miste.

 

Affido a queste parole il saluto del Governo nei confronti di questa iniziativa che mette in risalto il binomio sport e salute, non solo in chiave di “benessere” bensì come terapia - ha scritto Valentina Vezzali -. Conosco il progetto “Nastro Rosa” e plaudo a quanti e quante lo hanno promosso e condotto. Personalmente poi, è per me motivo di particolare interesse ed orgoglio sottolineare come lo studio coinvolga proprio la scherma, vissuta come attività sportiva che può essere una vera e propria “arma” a sostegno delle donne alle quali viene diagnosticato un tumore alla mammella”.

La Sottosegretaria di Stato con delega allo Sport ha poi aggiunto: “Questo progetto può davvero essere considerato come “pilota” per tutto il movimento sportivo italiano e si inquadra bene nell’ambito della mia azione di Governo che punta a promuovere lo “sport di tutti e per tutti”. L’obiettivo per il quale lavoriamo quotidianamente è proprio quello di stimolare e supportare l’Italia nel processo verso un Paese più sportivo, dove l’attività motoria possa essere vissuta anche come strumento valido ed efficace per abbattere i costi della spesa sanitaria nazionale”.

 

A portare il saluto della Federazione Italiana Scherma c'era il Vicepresidente Vincenzo De Bartolomeo: "La scherma con il Progetto Nastro Rosa acquisisce anche un valore sociale molto importante per guidare le persone in fase riabilitativa. Lo sport più medagliato alle Olimpiadi vince così la medaglia del sorriso, da regalare alle donne che combattono sulla pedana della vita".

 

Attraverso tanti autorevoli interventi sono stati illustrati i risultati del protocollo di attività di scherma-terapia, dopo che la FIS ha dato mandato all’Accademia d’armi Athos, organizzatrice dei Campionati Italiani Under 23, di portare il “Progetto Nastro Rosa” in Sardegna, con il coordinamento di Maurizio Fuccaro. Continua così il percorso virtuoso che laFederazione Italiana Scherma, attraverso l’area Formazione, sta portando avanti su impulso - in primis - del Presidente del Comitato Regionale Federscherma Piemonte, Cinzia Sacchetti, e del Delegato Regionale della Sardegna, Gianmarco Tavolacci.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });