Una domenica magica per la scherma italiana in Coppa del Mondo: l’Italia del fioretto vince tutto, con la squadra maschile che trionfa a Plovdiv e quella femminile che conquista Tauber. Buone notizie anche dalla spada nel GP FIE del Cairo dove tre azzurri sfiorano il podio.

Di seguito, riviviamo la cronaca dei tre appuntamenti di oggi tra la Bulgaria, la Germania e l'Egitto. 

 

FIORETTISTI PADRONI DI PLOVDIV

Più azzurra di così Plovdiv non poteva essere. L’Italia del fioretto maschile chiude la tappa bulgara di Coppa del Mondo in trionfo, dominando anche la gara a squadre e facendo suonare ancora l’Inno di Mameli. Accade per la seconda volta in meno di 24 ore, dopo la splendida tripletta azzurra nella prova individuale con vittoria di Alessio Foconi, secondo posto di Daniele Garozzo e Tommaso Marini sul terzo gradino del podio.

Oggi i fiorettisti guidati dal Commissario tecnico Stefano Cerioni si sono ripetuti. Il quartetto italiano composto appunto da Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Tommaso Marini e Guillaume Bianchi (che nell’individuale aveva chiuso ottavo) ha fatto quel che quest’anno gli riesce quasi naturale, persino semplice a osservare gli assalti dall’esterno: ha stravinto la gara, senza che nessun avversario raggiungesse neppure quota 30.

Uno strapotere indiscusso, sancito dalla finale vinta 45-28 sulla Francia, punto esclamativo su una giornata tutta tinta d’azzurro.

Neppure il tempo di “festeggiare” il super-tris di ieri nell’individuale, dopo un giro di post social già “da squadra”, in cui ciascuno esultava per il proprio risultato ma si complimentava pure con gli amici e compagni, che di buon mattino il quartetto italiano si è ritrovato in pedana debuttando con un secco 45-20 rifilato alla Spagna. Nei quarti di finale gli azzurri hanno continuato a tirare una spanna sopra gli avversari, regolando anche l’Ungheria per 45-29. E la musica non è cambiata in semifinale, quando sotto i colpi di un’Italia implacabile è caduto il team degli Stati Uniti, sconfitto con un eloquente 45-27. Si è arrivati così alla finale contro la Francia, di nuovo senza storia: Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Tommaso Marini e Guillaume Bianchi hanno scritto sulla pietra di questa stagione di Coppa del Mondo un altro trionfo. È il terzo in quattro gare. Uno più bello dell’altro…

 

LE FIORETTISTE CONQUISTANO TAUBER

Le fiorettiste italiane trionfano a Tauber. La domenica magica del fioretto azzurro non finisce con la vittoria dei ragazzi a Plovdiv: pochi minuti dopo, nella tappa femminile di Coppa del Mondo arriva il meraviglioso successo dell’Italia di Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto ed Erica Cipressa (che era reduce dal terzo posto di ieri nell’individuale). Dominata in finale la Francia, sconfitta 45-31, e Inno di Mameli che risuona anche in Germania a sancire la giornata speciale della scherma italiana.

Il cammino delle azzurre è cominciato con il successo per 45-31 sul Cile, nel tabellone da 16, ed è continuato con un’altra affermazione, con lo stesso punteggio e uguale autorità nel portare a casa il match, contro il Canada nei quarti di finale. Ancor più netta e mai in discussione la vittoria in semifinale sulla Korea: 45-30 per l’Italia e pass in tasca per la finale contro la Francia, che appena quindici giorni prima, a Belgrado, in una semifinale piena di rimpianti per il quartetto italiano, era riuscita a spuntarla all’ultima stoccata.

Alice Volpi, Arianna Errigo, Martina Favaretto ed Erica Cipressa stavolta servono il riscatto con gli interessi, comando il match dall’alba al tramonto e chiudendo con un 45-31 che dà l’esatta dimensione di una gara dominata dalle azzurre. È la seconda vittoria stagionale in Coppa del Mondo per l’Italia del fioretto femminile, che a Tauber ha servito un’autentica prova di forza.

 

BENE LA SPADA AL CAIRO

Il podio viene solo sfiorato, in ben tre occasioni, ma certo non mancano i motivi per sorridere all’Italia della spada nel Grand Prix FIE del Cairo. Chiudono al quinto posto sia Rossella Fiamingo nella gara femminile che Andrea Santarelli nella prova maschile, dove a un passo dalla “zona medaglia” si ferma pure Davide Di Veroli che si classifica ottavo.

Un GP FIE ricco di spunti positivi, insomma, per spadiste e spadisti del CT Dario Chiadò, anche se vedere tre azzurri ai piedi del podio lascia inevitabilmente un pizzico d’amarezza per una giornata che poteva essere ancora più “preziosa”.

Tra gli uomini Santarelli si ferma al cospetto del francese Lopez Pourtier (15-8). Lo spadista folignate delle Fiamme Oro aveva vinto due derby azzurri, contro il giovane Simone Mencarelli (15-6) e poi nel turno dei 16 con Federico Vismara (15-9), mentre “nel mezzo” aveva superato 15-12 l’ucraino Koshman.

Stesso scoglio fatale, tra i “top 8”, anche per Davide Di Veroli: il romano delle Fiamme Oro, che proveniva dai preliminari di ieri, ha sconfitto il colombiano Rodriguez (13-10), il giapponese Minobe (10-9) e il francese Bardenet (15-9), prima di cedere all’ungherese Siklosi (15-9).

Quinto posto tra le donne anche per un’ottima Rossella Fiamingo. La siciliana dei Carabinieri ha prima vinto il derby italiano con Marta Ferrari (15-10), poi ha eliminato le svizzere Romeo (15-3) e Brunner (15-10), combattendo fino all’ultimo per un posto sul podio nel quarto di finale contro la coreana Choi, che l’ha però spuntata 15-11.

Tutt’altro che irrilevanti, anzi di sicuro spessore, anche due decimi posti arrivati al Cairo con Federico Vismara nella gara maschile e Alberta Santuccio in quella femminile.

Il reggiano delle Fiamme Azzurre mostra grande continuità di rendimento consolidandosi nel gotha internazionale degli spadisti, e dopo l’11° posto di Parigi stavolta l’accesso tra “finalisti” gli è stato sbarrato dal compagno Andrea Santarelli. La siciliana delle Fiamme Oro, vincitrice qualche settimana fa del GP FIE di Budapest, è invece rimasta a una sola stoccata dalle “top 8”, sconfitta 14-13 dall’ungherese Kun. Dientro la Santuccio si sono classificate poi Federica Isola (18^), la rientrante Mara Navarria (19^) e Roberta Marzani (24^).

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });