Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

FOGGIA - Doppia location in Puglia, secondo una formula sperimentata con successo già lo scorso anno, per la fase regionale di qualificazione alle finali nazionali del Trofeo Coni. A Foggia, sabato 1° giugno, si sono sfidati gli atleti di sciabola e fioretto mentre il giorno seguente, a Calimera, si sono disputati i tabelloni di spada in modo da rispettare anche la vocazione del territorio pugliese, che vede il maggior numero di atleti dell’arma non convenzionale distribuiti soprattutto nella parte centrale e meridionale della regione.

Spazio dunque agli atleti nati nel 2006 come impone il regolamento del Trofeo Coni, le cui finali nazionali sono in programma a fine settembre ad Isola di Capo Rizzuto in Calabria: nella sciabola maschile ottiene il pass Giorgio Palumbo della Scherma Trani, vittorioso in finale per 15-9 su Valerio Virgilio del Circolo Schermistico Dauno. Che si rifà con la qualificazione di Gaia Carafa nella sciabola femminile. Nel fioretto femminile derby in finale tra due atlete dell’Accademia Re Manfredi con Ilaria Olivieri che la spunta per 12-11 sulla compagna di club Irene Guerra, la quale però l’indomani ottiene la qualificazione nella spada imponendosi 15-10 su Valeria Gennaccari del Club Scherma Lecce nell’atto conclusivo del tabellone. Per quanto riguarda la spada maschile accede alle finali nazionali Luigi Antonio Pecoraro Senape de Pace della Virtus Scherma Salento (già qualificatosi il giorno precedente a Foggia nel fioretto) in virtù del successo per 15-10 su Luca Cianci del Club Scherma Bari.

Contestualmente a Calimera si è tenuta anche la tradizionale Festa della Scherma, che ha idealmente concluso la stagione degli Under 14 in Puglia: l’evento, organizzato dalla Virtus Scherma Salento, ha visto la partecipazione di un gran numero di piccoli protagonisti che, suddivisi in tre fasce in base all’età, hanno animato la manifestazione cimentandosi nel consueto percorso a tempo con ostacoli e nella prova tecnica col fioretto di plastica a tre stoccate. La Festa della Scherma, aperta anche ai non agonisti provenienti dal canale delle scuole, ha rappresentato un bel modo per salutarsi e darsi appuntamento all’annata 2019/20.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });