Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CASTROLIBERO - Prendete degli atleti dei GPG per tutte le società e categorie, assortiteli in squadre miste, fategli scegliere un nome di battaglia e la miscela è pronta.  Accendete poi il fuoco dell’entusiasmo agonistico, del supporto reciproco, dell’amicizia trasversale e il Trofeo “Caffè Aiello” è servito.

Giunto alla sua quarta edizione, l’evento targato Club Scherma Cosenza ha coinvolto quest’anno ben 130 atleti dei GPG, ritrovatisi la scorsa domenica a Castrolibero per partecipare ad uno dei due tornei a squadre (il primo dedicato alla spada, il secondo al fioretto e alla sciabola) o alla manifestazione promozionale di Prime Lame ed Esordienti. Tra loro anche gli affezionati ospiti del Club Scherma Salerno, già presenti nella passata edizione. 

Ribattezzato – a ragione – la grande festa della scherma calabrese, il Trofeo Aiello è diventato un momento iconico, in cui gli atleti lasciano i colori sociali per vestire quelli delle loro squadre dai nomi improbabili (basti pensare che “Gli Indecisi” si sono aggiudicati il torneo delle armi convenzionali) e la performance passa in secondo piano rispetto alla partecipazione, infatti tutti sono stati premiati, perché ciascuno contribuisce alla vitalità del movimento schermistico. 

Il Trofeo è diventato anche il momento dell’integrazione tra tutti gli “attori” della scherma calabrese. Per fronteggiare un’organizzazione sempre più complicata dalla crescita del numero dei partecipanti (e dall’assenza degli arbitri, impegnati al Campionato Assoluti di Palermo), il Club Scherma Cosenza si è reso catalizzatore di una mobilitazione generale, integrando nel suo staff ragazzi e tecnici delle altre società, e contribuendo a rafforzare il sodalizio sportivo.

Il valore della cooperazione è stato uno dei temi principali nei ringraziamenti del Presidente del Club Gino Perri e del Delegato Regionale Franco Perri, che hanno tenuto a menzionare le figure che si sono spese a vario titolo nel corso della stagione agonistica. A tal fine è stato assegnato un attestato di riconoscimento al nuovo tecnico delle armi regionale Sebastiano Iriti e si è colta l’occasione per evidenziare l’impegno delle società premiandone i Campioni Regionali (https://schermacalabria.altervista.org/ecco-i-nuovi-campioni-regionali/). 

Tutti protagonisti quindi, come singoli, come società, come famiglia schermistica.. Mancavano solo i cubetti di ghiaccio per rendere questo “caffè” perfetto – il caldo esasperante ha sfidato senza tregua i presenti – ma l’effetto energizzante non è mancato e sarà indispensabile in preparazione della prossima stagione.

Nel frattempo, dai Campionati Assoluti di Palermo sono giunti i risultati di Alessandra Lucchino (Circolo Scherma Lametino), 16^ su 38 nella sciabola e di Giusy Albano (Scherma Reggio), 5^ su 11 nella spada non vedenti. I live streaming della FIS hanno anche immortalato gli arbitri calabresi convocati per le prove olimpiche (Gianmarco Costanzo, Vincenzo Costanzo, Luigi Martilotti, Marco Muraca, Vincenzo Zaccone protagonisti delle varie finali di sciabola individuali e a squadre) e paralimpiche (Mattia Angotti), con dietro le quinte il tecnico delle armi Gianluigi Perri.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });