Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

LIVORNO - Sarà il complesso polisportivo La Bastia di Livorno, nel weekend dell'1 e 2 febbraio, a ospitare il Campionato Regionale under14, evento che assegna i titoli toscani nelle categorie del Gran Premio Giovanissimi. Un appuntamento speciale, in Toscana, perché dedicato alla memoria di Enio Zanotti, una figura di riferimento per tutto il movimento.

Lo spiega Domenico Cassina, presidente del Comitato Regionale FederScherma Toscana: “Questa avvincente manifestazione, che oggi ha raggiunto un livello d'importanza così alto da mettere in palio, oltre che un titolo, anche un pass per raggiungere la fase nazionale, nacque da un'idea del Comitato toscano e dal suo presidente di allora, il professor Enio Zanotti. Furono le società toscane a proporre l'istituzione di un Campionato Regionale per i più piccoli che integrasse il calendario federale. Il Comitato portò avanti il progetto anche dopo la prematura scomparsa del suo amato ed illuminato presidente, avvenuta nel 2004, e nel 2005 la Federazione Italiana Scherma inserì come sperimentazione, tra gli appuntamenti ufficiali, una gara destinata a diventare una piacevole consuetudine”, ricorda il presidente Cassina.

Nacque così il Memorial Enio Zanotti, premio che viene assegnato alla società schermistica che ottiene il maggior punteggio dalla somma di tutti i risultati dei propri piccoli portacolori in ogni singola competizione. La società che se lo aggiudica per tre anni, anche non consecutivi, lo vince in maniera definitiva.

Edoardo Morini, ex presidente del Comitato regionale toscano, che di Enio Zanotti fu amico e prezioso collaboratore nonché poi successore, ricorda così l'uomo che è stato alla guida della scherma toscana dal 1989 al 2004: “La cosa che più mi è rimasta in mente di Enio, e che più mi lega a lui al di là dei singoli aneddoti, è la sua passione per la scherma. Il fatto, per esempio, che non mancasse mai ad una gara e ad una premiazione, perché riteneva in questo modo di rendere il dovuto onore ai vincitori e ai partecipanti tutti. Infine l'attaccamento alla famiglia di cui andava fiero e il sincero rispetto reciproco”.

Queste le società che si sono aggiudicate il Premio:

2005/2006 Associazione Schermistica Lucchese Oreste Puliti

2006/2007 Circolo Scherma Navacchio

2007/2008 CUS Siena – Sezione Scherma

2008/2009 CUS Siena – Sezione Scherma

2009/2010 CUS Siena – Sezione Scherma (assegnato definitivamente)

2010/2011 U.S. Pisascherma

2011/2012 Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo

2012/2013 Circolo Schermistico Aretino

2013/2014 U.S. Pisascherma

2014/2015 U.S. Pisascherma (assegnato definitivamente)

2015/2016 Circolo Scherma Fides Livorno

2016/2017 CUS Siena Sezione Scherma

2017/2018 Circolo Scherma Fides Livorno

2018/2019 Circolo Scherma Fides Livorno (assegnato definitivamente)

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });